Torino World Design Capital  | Geodesign

Geodesign è un progetto per Torino 2008 World Design Capital

a cura di Stefano Boeri

Dal 23 maggio al 13 giugno 2008 i 48 oggetti nati dall’interazione e dal lavoro appassionato tra comunità, designer e aziende dei workshop di Geodesign, sono stati esposti al Palafuksas, nel cuore pulsante di Porta Palazzo. Un laboratorio a cielo aperto di sperimentazione intensissima, che ha convogliato energie su spazi pubblici e privati, in quartieri storici  e case popolari, sul fiume, per le strade, in strutture come scuole, carceri e ospedali, creando nuove reti di relazioni e utilizzando tutte le possibili sfumature del concetto di design.

 

Il Progetto

L’associazione Fratia situata quasi all’ingresso di Porta Palazzo è il punto di incontro della numerosa comunità romena di Torino. Il principale oggetto della loro tradizione culturale è il tappeto, usato oltre che nella funzione che noi conosciamo, anche per decorare le pareti della casa e rendere confortevoli gli ambienti di ritrovo della comunità. Paolo Zani con la sua azienda Warli che produce tappeti realizzati da artigiani indiani, ha reinterpretato in chiave contemporanea quest’utilizzo, realizzando un ibrido fra tappeto e seduta bassa, da sistemare lungo le pareti della sala comune dell’associazione. Vere e proprie aree di relax e conversazione, possono essere singole o doppie, realizzate con due tipologie di tappeto: una più sottile (rib durrie) fissata a parete, e l’altra, spessa, a pavimento, parzialmente calpestabile, con sopra un cuscino mobile dove si possa lavorare anche al computer, conversare o leggere.